register

Articles

Perdenti… Di Successo

Da eterni secondi a campioni

Dragan Stojkovic
Da buon amante dei perdenti, di chi dá tutto quello che ha, spesso incantando, per poi venire beffato dal destino proprio sulla linea del traguardo, non sono solito celebrare le vittorie delle squadre che gestisco, soprattutto perchè ognuna a suo modo é stata creata proprio in romantico omaggio ad un "ideale estetico" di sconfitta che mi ha appassionato nella storia di questo sport (valga per tutti la leggendaria parabola dell'Aranycsapat, capace di spazzare via tutti gli avversari per quattro anni consecutivi prima di sbagliare un'unica, ma fondamentale partita in quel di Berna...). Ma nel caso della Jugoslavija sento di voler fare un'eccezione, anche per offrire simbolicamente un motivo di continuare a chi recentemente si è sentito frustrato per la mancanza di risultati e/o a causa dell'incapacitá di adattarsi ai cambiamenti (a mio avviso salvifici, ma ognuno ha la sua opinione a riguardo ed è giusto sia così) implementati nelle ultime stagioni di Goleada.

Eh sì, perchè i Plavi statisticamente sono stati per anni forse una delle squadre più perdenti di sempre (anche a causa della scarsa correttezza emersa in questi giorni di taluni avversari, ma stendiamo un pietoso velo di silenzio a riguardo...), pensando agli svariati campionati giá virtualmente vinti sfumati nelle ultime giornate, talvolta persino per una semplice differenza reti, o alle nove (!) finali perse (la metá alla lotteria dei rigori) tra Gifa Cup, Intertoto e Coppa Nazionale. In questo senso, la conquista della Balkan League rappresenta un premio alla tenacia ed all'umiltá di ripartire dai propri errori, pur mantenendo ben dritta la barra della coerenza (l'idea di mettere in campo una mentalità offensiva e propositiva, ad esempio). Ovviamente, per non smentire la tendenza mainagioia anche in una stagione quasi-trionfale quel "quasi" è riuscito a fare il suo beffardo capolino (una caterva di infortuni e cartellini nell'ultima settimana decisiva che ha reso ancor più impervio il cammino con tutti gli obiettivi ancora a disposizione, l'ennesima finale di coppa svanita dagli undici metri, o magari il fatto che dopo tanta fatica sará comunque preclusa la partecipazione alla Champions League, alla luce del ranking...), ma francamente anche le piccole sfortune ritengo siano necessarie per rendere piu complete e veritiere le soddisfazioni.

Piccola nota "storiografica": l'immagine che ho scelto rappresenta il trionfo nel Mondiale Under 20 di Cile 1987 di una fenomenale e forse irripetibile generazione slava, la cui leggenda avrebbe potuto riverberarsi sino alle soglie degli Anni Duemila, se non fosse stata calata dall'alto la mannaia della Storia (ed una fitta coltre di nebbia al Marakanà di Belgrado...) a spezzarne i sogni di gloria. Ripensando con un pizzico di nostalgia a quegli anni, in cui da bambino mi sono innamorato di questo sport proprio ammirando la sfortunata epopea di quei calciatori geniali ed un po' sregolati nella tragica parentesi che va da Italia '90 a Francia '98, il cui filo conduttore furono proprio le poetiche gesta sul manto erboso del fuoriclasse di cui (indegnamente) ho scelto di portare il nome come manager, penso che quel boemo lì con la sigaretta perennemente accesa tra le dita avesse proprio ragione: talvolta i perdenti hanno insegnato più dei vincenti...

Comments

Lazzy (12:47, 1 JUN)
Complimenti Dragan Stojkovic ;)
Mod- Michael Mouse (13:20, 1 JUN)
Congratulations.
El Cebra (21:05, 1 JUN)
Grandeeee amico mio
Gioban (22:29, 1 JUN)
Daje grandissimo :)
Alfio (09:27, 2 JUN)
Bellissimo articolo... romanticone!!!
Complimenti per la vittoria !!!
Alberto (10:52, 2 JUN)
Tutto quello che hai nessuno te lo può togliere
Jocitacsi (02:39, 3 JUN)
Un uomo che rispetta questo bellissimo sport, un uomo che rispetta l'avversario e china il capo di fronte alla bellezza del gioco, indipendentemente dalla nazionalità. Auguro a molte persone con questa mentalità di partecipare a tutti gli eventi che hanno come scopo il divertimento delle persone per bene.
Piacere di conoscerti!
Mentore (15:34, 3 JUN)
Bel l’articolo mi era sfuggito complimenti