register

Articles

... E RITORNO

Doublete again!

Docfab
Una vita da mediano,
a recuperar palloni,
nato senza i piedi buoni.
lavorare sui polmoni.
Una vita da mediano,
con dei compiti precisi,
a coprire certe zone,
a giocare generosi.
Lì, sempre lì, lì nel mezzo,
finché ce n'hai stai lì, stai lì.

Eccoci dunque nella ridente (?) Danimarca ma tra questi boschi del mister non vi è traccia… Ci avranno raccontato l’ennesima bufala? Un po’ sconsolati ci dirigiamo allora verso l’amena (?) Ballerup e il nostro obiettivo è la sede della Gulleplutt Fc, ubicata come noto nel garage dello storico DS Tom “Old Sponge” Steensen. Giunti lì davanti, udiamo un gran frastuono provenire dall’interno e decidiamo di affacciarci, a metà tra il curioso e l’intimorito… Il mister è lì che si sta affannando a sistemare in quello spazio angusto, a suon di martellate (mmm pensavamo che il martello di Thor in verità fosse un più imponente, N.d.R.), delle mensole forse un po’ troppo grandi e accompagna tale operazione tirando giù tutti i santi dal paradiso… L’incanto si spezza con una martellata dritta dritta sul pollicione sinistro e, sacramentando in tutti gli idiomi conosciuti (più qualcuno inventato sul momento), il mister si accorge infine della nostra presenza.
Soprassedendo sugli epiteti oltremodo coloriti che, chiaramente felice di vederci, ci rivolge, lo incalziamo subito, chiedendogli anzitutto conto delle voci che si rincorrono sui festeggiamenti ai quali si sarebbe abbandonato e sul suo conseguente – e disdicevole – stato di elevata ebbrezza.
“Ma quali libagioni, ieri sera giusto il tempo per un prosecchino della Coop offerto dal presidente della Portanovese e poi via subito in direzione Ballerup con i potenti mezzi che mi sono stati messi a disposizione dalla società (l’EuroLocalExpress Fiesole-Ballerup, quello che fa tutte le fermate possibili e immaginabili – persino in località dimenticate sia dagli uomini che da Dio e contraddistinte da nomi che fanno impallidire finanche, ad esempio, il comune gallese di Llanfairpwllgwyngyllgogerychwyrndrobwllllantysiliogogogoch o la collina neozelandese di Taumatawhakatangihangakoauauotamateaturipukakapikimaungahoronukupokaiwhenuakitanatahu – 22 ore e 14 minuti di tragitto al prezzo di 21.78 euro per la tratta singola – N.d.R.). Sono tutte leggende metropolitane, dammi retta palle!”
E allora gli chiediamo di condividere con noi qualche considerazione sulla stagione appena conclusa della sua Gulleplutt FC.
“Beh, in modo del tutto inaspettato siamo riusciti a bissare lo storico risultato della scorsa stagione (campionato + coppa nazionale). Quello che francamente stupisce (almeno me) è il fatto che, indipendentemente dai picchi delle ultime stagioni, la squadra ha mostrato sin dall'inizio una sorprendente continuità in un raggruppamento in cui ultimamente le gerarchie sono state assai variabili e nel quale, come un po’ dappertutto, ci sono state continue fondazioni e rifondazioni spesso molto difficili se non addirittura tormentate. Dunque i complimenti di rito a questo giro vanno al runner up Alfio con la sua Vasa Stockholm e, ancora una volta, all'intramontabile Diana Millan che, pur stando in modalità ghost per pressoché tutta la stagione, è riuscita a centrare il terzo posto in campionato e la finale di coppa nazionale. Invece, per quanto riguarda noi, abbiamo stabilito anche il piccolo primato di raggiungere per primi quota 4 coppe nazionali (di cui 3 consecutive) da quando questo raggruppamento è diventato un po' meno monotematico (dall'ultima riforma delle leghe, N.d.R.) e stavo appunto cercando di ampliare lo spazio dedicato alla bacheca dei trofei ma non c'è un cacchio di posto in questo dannato bugigattolo!”
Su questa esternazione, il mister ci lascia, come al solito, adducendo l'ennesimo non meglio precisato impegno, proprio come la Primula Rossa (ma rossa come il sangue che sgorga dal suo pollicione sinistro e che stava conferendo al mister un aspetto progressivamente sempre più anemico, il che ci fa intuire che stavolta l'appuntamento, anche se non esplicitato, potrebbe verosimilmente essere con il locale Pronto Soccorso).
E da Ballerup la chiudiamo qui (che forse l'abbiamo fatta anche troppo lunga per oggi).

Dante Scarpitti - corrispondente dalla penisola scandinava per FiesoleToday

Comments

Cosmoanarca (09:49, 12 JAN)
Bravo, bravo, però con "boschi" in Danimarca ti sei preso proprio una licenza poetica.... :)