Register

Articles

COMUNITÀ ITALIANA: INTERVISTA A EL CHE

Il comandante

Ececchi
Avete capito bene, il vostro giornalista d’assalto questa volta è arrivato a lui, il Comandante El Che. Andiamo a conoscerlo meglio assieme...


Il tuo vero nome:
Dario

Chi sei? Parlaci di te
Ho 53 anni e sono sposato da quasi 20 anni con una donna nigeriana ma senza figli.
Di mestiere sono un ricercatore del CNR in astrochimica.
I miei hobbyes preferiti sono viaggiare e vivere nella natura. Fortunatamente il mio lavoro mi ha permesso di vivere a lungo all’estero in gioventù (a quei tempi si finanziava pure la ricerca di base), in particolare in Spagna dove ho vissuto complessivamente quasi 5 anni (Paesi Baschi, Cataluna, Andalusia) e che considero la mia seconda patria (non solo a Goleada).
Anche lunghi (vari mesi) viaggi avventurosi fuori europa (Messico, Nepal e Nord Africa in particolare) con trekking (alcuni notevoli) in montagna e nei deserti.
Da giovane ero un po turbolento diciamo, sempre tra un rave, un corteo e una reazione chimica da risolvere per rinnovare la borsa di studio. Invecchiando mi sono abbastanza impigrito (oltre che ingrassato notevolmente) anche se appena posso parto con il mio T4 con cui riesco ancora a fare un po di campeggio libero.

Quale squadra/e tifi nel calcio reale?
Non sono tifoso di calcio da lungo tempo e lo seguo poco. Da bambino comunque ero un lupacchiotto e spesso mi portavano allo stadio a tifare la magica. Crescendo non mi e’ piaciuto piu’: troppi interessi e troppe schifezze mi hanno nauseato

Raccontaci una curiosità legata alla tua vita reale
Da giovane ho vissuto quasi un anno in una comunità hippyes sui monti dell’andalusia. Pensavo di restare li per sempre ma alla fine sono tornato a Barcellona dove avevo una borsa di studio da rinnovare. Appena tornato ho dormito 3 giorni di seguito e mi sono fatto fare dei controlli in ospedale . Mi ero beccato un epatite alimentare e sono dovuto tornare a casa a Roma dove sono stato a letto per 3 mesi

Perché hai scelto MATADOR come nome per la tua squadra e perchè il tuo nick El Che?
Sicuramente il nick è strettamente legato al mio passato politico. Da giovane ero particolarmente attivo: ho iniziato alla FGCI per poi passare alla autonomia operaia e vari gruppi anarchici. Sia il nick che Matador rappresentano per me la determinazione e il coraggio che vorrei appunto trasmettere alla squadra, anche quando la battaglia e’ persa gia’ dall’inizio. Sempre in direzione ostinata e contraria direbbe il vecchio Faber. Askatasuna (il nome della mia squadra spagnola) significa liberta’ in basco, una lingua che mi ha affascinato molto e una terra (gli Euskadi) che sento un po mia e nel quale ho vissuto molto. Acronimo (EUS) e logo richiamano come sopra Euskadi ti Askatasuna (ETA) che significa libertà per i paesi baschi.

Una curiosità, qualcosa che non tutta la comunità conosce, legata alla tua permanenza in Goleada
I miei viaggi da quando gioco a Goleada sono piuttosto cambiati. Se vedete un furgoncino in qualche posto sperduto della terra, sempre a caccia di un po di segnale per collegarsi a Goleada, probabilmente sono io.

Ricordi una partita di Goleada memorabile?
La partita che ricordo con più piacere e’ stata una delle mie prime che ho giocato in serie A contro Cipo68. Avevo da poco discusso animatamente con il marito (Claudogs) discussione che ci e’ anche costata una sanzione. Cipo68 aveva ovviamente preso le sue parti dicendo che non avevo abbastanza esperienza per parlare. Ci tenevo a dimostrare il contrario. Il giorno del match pero’ ero in Grecia su un traghetto e non era facile giocare il live. Mi sono studiato la rotta della nave mettendo la partita all’orario dove maggiormente il traghetto passava vicino la costa. Il giorno della partita la connessione come previsto era intermittente e risucivo ad avere notizie dal campo con molto ritardo. Nell’ultima connessione pero’ sono riuscito a fare i cambi tattici necessari per vincere la partita agli ultimi minuti. Quando l’ho saputo ho iniziato ad urlare tra l’equipaggio che mi avra’ preso per matto.

Da molto tempo sei su Goleada. Quale aspetto ti diverte di più?
La cosa che mi piace di piu’ e’ chiaramente il fatto di poter intervenire tatticamente durante il live della partita. Sono sempre stupito come piccoli cambi tattici portino ad un cambio cosi’ grande della prestazione della squadra.

Cosa invece ti infastidisce di più di Goleada?
La cosa che mi piace di meno di Goleada e’ che i giocatori non si stancano mai anzi piu’ stanno in campo e piu’ diventano forti. L’introduzione della motivazione personale dei giocatori aumenterebbe molto la qualita’ di gioco, costringendo i managers a variare molto gli schemi di gioco e le scelte di mercato conseguenti. Sarebbe decisamente piu’ reale e avvincente Purtroppo al momento e’ una guerra persa ma non si sa mai che non si possa realizzare nel futuro.

---

Conclusioni dell’intervistatore
Con Dario ci siamo scontrati più volte con opinioni diverse riguardo aspetti di Goleada, in alcuni casi anche con discussioni accese… ma di lui mi piace che è un incassatore coi fiocchi, inoltre mi piace che è un vero vero vero appassionato di Goleada. Non mi piace invece che si consideri un ex tifoso della Roma, un ex tifoso di calcio. Io invece sono un ex tifoso di politica :-O

Hasta Siempre, Comandante.


PS: la maglia del Matador è disponibile sul forum "Maglie Squadre"

Comments

Mentore (16:59, 28 FEB)
Sul perchè del nik non avevo dubbi ... e mi aspettavo che fosse una persona dalle diverse sfaccettature ... una cosa è certa ... puoi discuterci animatamente, anche mandarlo a quel paese ... ma se ti serve un consiglio o un aiuto ... lui c'è ... persona schietta e sincera. Un abbraccio Dario
El Che (17:58, 28 FEB)
Grazie Mentore, meno male che c'e' qualcuno che mi apprezza
Alberto (19:06, 28 FEB)
Complimenti per la vita avventurosa...mai avrei pensato fossi un ricercatore...ti credevo un avvocato
Diana Millan (04:40, 1 MAR)
Concordo con Mentore :) Bella intervista Dario!
Mimminho (10:01, 1 MAR)
Bella intervista come sempre. Del Che possiamo dire che è sempre pronto a darti consigli. Un vero CHE!!! Complimenti Comandante hasta la victoria siempre!!